Working people
Eventi-news
Trieste tascabile

Sono tornato!

Pubblicata il 16/05/2009 11:22
Luogo evento: Trieste - 01/06/2009 00:00

E’ ufficiale! Con grande emozione ed entusiasmo vi comunichiamo che il “Giornale de L’Arca” è ritornato!

Dopo tre anni di “silenzio stampa” (nasce, infatti, nel dicembre 2001 e finisce un primo ciclo nel dicembre 2006) ora siamo pronti a ridargli vita. “Pronti” perché durante questo periodo di “assenza giornalistica”, le nostre energie e i nostri pensieri li abbiamo rivolti oltre al lavoro quotidiano all’interno delle nostre strutture, anche alla preparazione di progetti comuni all’interno de L’Arca-Consorzio Servizi per l’Infanzia.

Uno di questi è decisamente il progetto de “I Nidi nel Nido” ultimo nato in casa de L’Arca, che assieme a “La Casetta” e a “Il Guscio” diviene a far parte del nostro Consorzio. Apre la sua attività il 16 aprile 2007 e quest’anno compie già tre anni! E’ il primo nido interaziendale non solo nella realtà triestina, ma anche per quanto riguarda la nostra Regione. Di questo siamo molto fieri e ne parleremo più dettagliatamente nel prossimo articolo.

Un altro evento che ha segnato il nostro percorso lavorativo è stato la chiusura del nido “L’Arcobaleno” dopo 21 di attività, nel giugno 2008, un avvenimento importante e ricco di significati profondi per le educatrici, la coordinatrice e la nostra presidente de L’Arca prima responsabile de L’Arcobaleno, che in esso non hanno solo lavorato, ma sono cresciute sia a livello professionale che personale.

“L’Arca dei colori” è un’altra “idea” divenuta realtà nel gennaio 2008 presso i “Nidi nel Nido” e finanziata dalla Regione Friuli Venezia Giulia. E’ un luogo dove le donne possono incontrarsi, produrre cultura, scambiarsi esperienze, fruire di corsi di formazione gratuiti, mentre nella stanza accanto i loro bambini giocano insieme agli educatori (approfondimenti a pag.3).

Tutti questi avvenimenti si sono imposti in maniera preponderante nel nostro cammino professionale e nella nostra testa era sempre latente la voglia di riprendere in mano il Giornale, ma lo spazio mentale e le ore a disposizione erano ancora poche, perché stavamo vivendo in modo intenso tutto ciò e la priorità l’abbiamo data alla ricerca di un nuovo equilibrio da cui ripartire. Spazio mentale che oggi, passato questo periodo impegnativo, è finalmente più libero, e allo stesso tempo si concilia con la motivazione a rendere questo Giornale un luogo d’incontro per genitori, educatori, coordinatori ma anche per aziende, istituzioni e contesti territoriali. Un “momento” dedicato a tutti noi, nel quale poter comunicare pensieri, esperienze, emozioni, sentimenti da voler condividere.

Il Giornale è un contesto nel quale si può riflettere insieme, ma anche suggerire, proporre iniziative e idee; segnalare avvenimenti e notizie da non perdere. Chiunque avesse piacere di condividere questo spazio quindi, può contattare la nostra redazione.

Dandoci appuntamento al prossimo numero, vi auguriamo quindi una buona lettura!

 

di Federica Cigui