working people

La vedetta del Pod-oljscico

Dalla parola “oljka” che nella lingua slovena significa ulivo, questa bellissima terrazza naturale deve il suo nome al fatto che un tempo la zona del ciglione carsico sulla quale ci si affaccia era coltivata a vigneti e oliveti.

I vigneti si estendevano a terrazze lungo il ripido costone dalla zona sovrastante per la coltivazione di due qualità di uva bianca, denominate “glera” e “gargagna”; la coltivazione dell’ulivo cessò invece nell’anno 1929, a seguito di un inverno molto freddo che fece morire la maggior parte delle piante.

Oggi la vegetazione è molto diversa, i vigneti ricoprono appenda il 5% della superficie precedentemente coltivata e solo sporadicamente si può vedere qualche ulivo; la vegetazione prevalente è infatti costituita da piante sempreverdi tipiche della macchia mediterranea.

Dalla vedetta si può godere di un bellissimo panorama su tutto il golfo di Trieste e sulla sua costa:

  • verso nord ovest si vede il Castello di Duino e dietro Monfalcone
  • verso ovest le foci dell’Isonzo, più a sinistra la Laguna di Grado e, a cielo sereno, Lignano
  • verso sud ovest, si scorge Trieste, Muggia e la Punta Grossa
  • a sud il campanile della chiesa sulla Punta Madonna, che chiude il Golfo di Strugnano.