working people

Il sentiero Rilke

ristorante al cavalluccio duino aurisina

La passeggiata, intitolata al poeta Rainer Maria Rilke, è una delle più suggestive che il territorio carsico possa offrire; grazie alla sua posizione, situata sulla sommità del Parco delle falesie proprio a ridosso del ciglione carsico a picco sul mare, è possibile osservare tutto il Golfo abbracciato da una parte dalla città di Trieste e dall’altra dal Castello di Duino.

Il sentiero, che unisce Sistiana a Duino, ha diversi accessi. Esso si sviluppa dalla piazza barone Goffredo de Banfield, dove ha sede l’AIAT di Sistiana, fino all’abitato di Duino, per una lunghezza di circa 1.700 metri. Sebbene, lungo quasi tutto il suo percorso, sia possibile godere di uno stupendo panorama, sono stati realizzati numerosi punti panoramici presso i quali si può sostare per ammirare la vista.

Già dalla terrazza dell’AIAT è possibile osservare la baia di Sistiana, e le sue barche. Nel primo tratto sono stati ricavati, tra la vegetazione, quattro belvedere, a circa 60 metri sul livello del mare; questi piccoli spazi di sosta portano lo sguardo verso il mare aperto e la Costiera triestina.

Dopo circa 600 metri si giunge ad un belvedere ricavato su una postazione militare tedesca risalente alla seconda guerra mondiale. Di lì a poche centinaia di metri è possibile incontrare altri due belvedere, uno dei quali posizionato sul punto più alto della scogliera,  a c irca 86 metri s.l.m.. In alcuni scorci, lungo la ripida costa, si possono osservare dei torrioni e pinnacoli aguzzi di roccia calcarea erge rsi dalla vegetazione.

Proseguendo lungo il percorso in alcuni tratti ci si allontana leggermente dal ciglione roccioso addentrandosi nella vegetazione cars ica composta da Sommaco, Querce, Carpini e Aceri. In autunno i colori delle piante che circondano il sentiero arricchiscono ancor più lo splendido spettacolo offerto dalla natura. In molti tratti il sentiero invece si sviluppa sopra le rocce calcaree tipiche del carso, elemento che caratterizza questo territorio.

Ponendo una certa attenzione tra le ro cce e gli arbusti è possibile scorgere con facilità il Codirosso, il Fringuello, il Merlo, il Piccione, il Pettirosso, ma anche uccelli più rari come il Corvo imperiale, il Falco pellegrino e il Passero solitario che in questo ambiente sono nidificanti proprio sulle pareti a picco sul mare. Il Falco pellegrino è stato osservato solo negli ultimi anni dopo aver lasciato questi luoghi per alcuni decenni.