working people

La Barcolana

La Barcolana è ormai divenuta da anni la più famosa regata velica dell’Adriatico. Questa competizione vede il suo inizio nel 1969, anno nel quale prendono il via 51 scafi. Nel primo decennio la regata è certamente un fenomeno locale che vede interessati i circoli velici del Golfo. Il primo vincitore della regata sarà il comandante Piero Napp della Società Triestina della Vela. Quest’ultima contenderà negli anni la vittoria della Barcolana con l’organizzatrice Società Velica di Barcola e Grignano e lo Yacht Club Adriaco.

Solo un decennio dopo la Barcolana si apre a scafi battenti bandiere straniere, così nel 1980 arriva la prima vittoria non italiana con il Rupe giunto da Monaco di Baviera. L’internazionalità raggiunta porta non solo imbarcazioni di prestigio, come il Moro di Venezia, ma grande notorietà e soprattutto sponsor.

Sull’onda della Coppa America la presenza del Moro di Venezia diviene un evento importante, vincendo nel 1987 e nel 1989.

Negli anni novanta il percorso velico viene modificato ed ospitato in acque slovene. Proprio gli sloveni diventano gli avversari da battere. Gaia Legend, imbarcazione ricca di innovazioni tecnologiche, domina a lungo con al timone Mitja Kosmina. Solo Riviera di Rimini, armata dall’imprenditore romagnolo Giorgio Benvenuti,  riesce a mettere fine allo strapotere di una barca della quale risulta essere l’evoluzione tecnica.

Nel 1999 Riviera di Rimini taglia il traguardo per prima ma viene squalificata lasciando la vittoria a Shining@driacom,  la quale vincerà anche l’edizione successiva, edizione caratterizzata da vento che supera i 60 nodi.

Nel 2002 si raggiunge quota 1969 iscritti e 1456 arrivi (record assoluto nella storia della regata), anno nel quale la competizione va all’imbarcazione Idea.


Nel 2003 e nel 2004 arriva un miliardario neozelandese Neville Crichton che vince, per due volte consecutive con il suo scafo, Alfa Romeo, che sfiora i trenta metri di lunghezza. Crichton organizza un interessante staff con alla guida, Brad Buttherworth, grande stratega di regata il quale era stato dei fautori della vittoria di Alinghi. Queste due edizioni vedranno Mitja Kosmina e la sua Maxi Jena, gli intramontabili inseguitori.
 
Nel 2005 è la volta di Skandia, un’altra imbarcazione il cui scafo proviene dall'emisfero Sud. Un team sponsorizzato dalla Provincia di Trieste e costituito da un gruppo di atleti triestini della Barcola e Grignano: Furio Benussi, Stefano Spangaro e Lorenzo Bressani. L’imbarcazione ottiene inoltre il record di percorrenza del percorso di regata.

Nel 2006 Alfa Romeo e Crichton eguagliano il numero massimo di vittorie, tre, detenuto da Mitja Kosmina per poi superarlo nel 2007, con una nuova e schiacciante vittoria.

Dal 2000 l’evento continua a consolidarsi e a divenire un punto di assoluto riferimento per velisti e curiosi che accorrono a frotte a partecipare all’evento, che racchiude come per magia un aspetto sportivo abilmente fuso con un altrettanto importante aspetto ludico di chi vuole soprattutto passare una domenica all’insegna del divertimento. Nel 2007 si sono contate circa 300.000 persone che sono venute a partecipare alla regata ed ai suoi numerosi eventi di contorno.