working people

Sardon Day

Ormai, un “classico” irrinunciabile dell’estate triestina: così è stato definito il Sardon Day, la mitologica manifestazione ludico-culinaria (la cui prima edizione risale al 2002) simboleggiata dal simpatico logo del pesce che salta in padella e organizzata dal Comune di Trieste in collaborazione con la FIPE - Federazione Italiana Pubblici Esercizi - e con il contributo della Fondazione CrTrieste.
 
L’evento, entrato definitivamente nella graduatoria dell’alto gradimento del divertimento e del palato dei triestini, si svolge nel mese di agosto nella Pineta di Barcola all’insegna di: animazione, giochi, spettacoli/intrattenimenti musicali quotidiani e, naturalmente, della “somministrazione” di pesce azzurro dell’Adriatico e soprattutto del “sardon”.
I giochi sono di ogni tipo: dal karaoke ai tornei di briscola, tressette e piattelli, dalla corsa coi sacchi a disfide acquatiche varie, fino alla gara fra mangiatori di angurie.

Molto simpatici i “mercatini” serali con la proposta di acquisto di merci e oggettistica ed altrettanto gradito ai Triestini è lo spettacolo pirotecnico di chiusura della manifestazione.

Ogni anno, prima dei “fuochi d’artificio”, ha inoltre luogo, sul palco collocato in Pineta, la cerimonia di premiazione della “Rassegna enogastronomica Sardon Day”, la manifestazione culinaria collaterale promossa da Fipe e Comune cui partecipano alcuni ristoranti che, nella settimana della manifestazione, propongono alla loro clientela menù a base di pesce (con il “sardon” quale punto di riferimento principale).

Spetta ad un’apposita giuria, nel corso di una speciale degustazione di piatti, decretare il vincitore dell’ambito trofeo del Sardon Day”, il simbolico piatto itinerante che soggiornerà per un anno, in bella vista, nel ristorante vincitore e che potrà essere definitivamente “conquistato” solo da chi vincerà almeno tre edizioni della competizione.