Working people
  Eventi-news
Totem multimediali
Per la scuola
Mappe

   La baia di Sistiana

Si ritiene che il porto di Sistiana abbia origini antichissime e che risalga addirittura al II secolo a.C.
Nel II secolo d.C. vi vennero avviate due cave per l'estrazione della pietra, una in prossimità dell'attuale "Caravella" e l’altra vicina a "Castelreggio"; le pietre da qui estratte servirono in gran parte per la costruzione di Aquileia.
baia di sistiana duino aurisinaSuccessivamente, le zone di Duino e Sistiana divennero luoghi di attrazione turistica, come dimostrato dai resti delle ville romane rinvenuti in prossimità della costa.

Ma torniamo ad un passato un po’ più prossimo, quando nel 1920 la cava di Sistiana viene riaperta per la costruzione del porto di Trieste.
In questo stesso periodo ha inizio lo sviluppo turistico della Baia di Sistiana, con la costruzione di due alberghi ed il rimboschimento di alcune zone con alberi di pino, operazione che ha dato origine all’attuale pineta di Duino.

Nella baia di Sistiana vennero poi costruiti i moli per l'attracco delle navi da carico e da turismo e solo dopo la seconda guerra mondiale furono realizzate le banchine per le imbarcazioni da diporto e la scogliera a protezione del porto.
 
Da un punto di vista paesaggistico Sistiana, con la sua baia ampia e tranquilla, apre un insolito varco al mare, una breccia nell'alta costiera dell'altopiano carsico. La sua bellezza nasce proprio dal contrasto tra l’azzurro del mare – che appare all’improvviso dopo un percorso di curve e tornanti stile montagna – , il verde della vegetazione che la circonda ed il grigio delle scogliere, in alcuni punti verticali da sembrare quasi una muraglia.

La Baia offre ampie spiagge, con lo stabilimento balneare di Castelreggio e l’ampia zona della Caravella.

Frequentatissima anche di notte, Sistiana viene raggiunta dalla maggior parte della gioventù triestina che affolla i caratteristici chioschi, dove si  può sia mangiare che ballare.

Una delle viste migliori della baia di Sistiana si può ammirare dalla terrazza situata proprio accanto all’ufficio di promozione turistica.