Working people
  Eventi-news
Totem multimediali
Per la scuola
Mappe

   Il Friuli Venezia Giulia

La superficie dell’intera Regione si estende per 7858 km²; essa è costituita dalla regione storico-geografica del Friuli, che ne costituisce circa il 96%, e dalla Venezia Giulia. Il confine tra le due zone secondo alcuni è riferito al corso del fiume Isonzo, mentre secondo altri a quello del fiume Timavo (confine del Friuli storico).

La Regione è suddivisa in quattro Provincie:

Il Friuli Venezia Giulia è ubicato nell’area più settentrionale del mar Mediterraneo e confina:

  • A nord con l’Austria (Carinzia)
  • Ad est con la Slovenia (Alta Carniola, Goriziano sloveno e Litorale)
  • Ad ovest con il Veneto (Provincia di Belluno, Treviso e Venezia)
  • A sud con il Mare Adriatico.

Il suo territorio può essere suddiviso in quattro principali aree morfologiche:

  • Montana: questa area comprende a nord-ovest la Carnia e la sezione finale delle Alpi (Alpi Carniche e Alpi Giulie) ed è caratterizzata da pinete, pascoli, i suggestivi alpeggi e splendidi laghi di montagna. La vetta più alta è rappresentata dal Monte Coglians 2.780 m. Le sezioni e sottosezioni alpine che interessano la regione sono:
    • Prealpi Venete (Prealpi Bellunesi)
    • Alpi Carniche e della Gail (Alpi Carniche, Prealpi Carniche)
    • Alpi e Prealpi Giulie (Alpi Giulie, Prealpi Giulie)
  • Collinare: essa è situata a sud di quella montana e si espande per lo più sul suo versante sud orientale. Questo territorio è rinomato in particolare per la produzione del vino, in particolare quello bianco conosciuto in tutto il mondo (Sauvignon, Friulano, Verduzzo e Ramandolo).
  • Pianeggiante: la sua terra è caratterizzata per lo più da suoli poveri, aridi e permeabili. Per poter sviluppare la produzione agricola il terreno è stato reso fertile non solo utilizzando un sistema di irrigazione importante ma attraverso l'uso di moderne tecniche di allevamento intensivo. Ciò ha reso possibile la concentrazione della maggior parte delle attività agricole proprio in questa zona.
  • Costiera: questo territorio deve essere suddiviso in due sotto aree, quella occidentale e quella orientale. Esse sono separate dalla foce del fiume Isonzo, la cui foce è divenuta Riserva naturale:
    • Ad ovest la costa è bassa e sabbiosa, elementi che danno vita a famose località balneari come quella di Grado e di Lignano e ad estese aree lagunari (le più conosciute la laguna di Grado e Marano Lagunare)
    • A est, la costa è costituita da scogliere che dall’altopiano carsico precipitano nell'Adriatico, fino a Trieste. Questo territorio è caratterizzato dal Carso e dai suoi notevoli fenomeni geologici quali, le doline e le numerose grotte (tra cui la più conosciuta è la Grotta Gigante) nonché i fiumi sotterranei. Il fenomeno carsico si estende nelle province di Trieste e Gorizia, con un'altitudine che varia tra i 300 ed i 600 metri.