Working people
  Eventi-news
Totem multimediali
Per la scuola
Mappe

   Comune di  San Dorligo della Valle - Dolina  

Pannello Strumenti

stemma duino aurisina      Abitanti: 6.006
     Densità abitativa: 245 ab/kmq
     Superficie: 24,5 kmq

 

Frazioni: Dolina, Bagnoli della Rosandra - Boljunec, Bottazzo - Botač, Caresana - Mačkolje, Crociata di Prebenico - Križpot, Crogole - Kroglje, Prebenico - Prebeneg, Domio - Domjo, Lacotisce - Lakotišče, Log, Mattonaia - Krmenka, Puglie di Domio - Pulje, Draga, Francovez - Frankovec, Grozzana - Gročana, Pesek, Sant'Antonio in Bosco - Boršt, San Giuseppe della Chiusa - Ricmanje, San Lorenzo - Jezero e Hervati - Hrvati.
 san dorligo della valle
Il comune di S. Dorligo della Valle è situato nell’estrema zona orientale della Provincia di Trieste.

L’uomo è stato qui presente sin da tempi antichissimi, come testimoniano i ritrovamenti di materiali preistorici effettuati nella Grotta delle Gallerie, i Castellieri di Monte S. Michele e del Monte Carso, l’acquedotto romano ed i ruderi dei castelli di Moccò e di S. Servolo (ora in territorio sloveno).

Fin dal medioevo in questa zona venivano praticati l’attività agricola e l’allevamento, molto sviluppata anche l’attività molitoria. Lungo il corso del torrente Rosandra furono infatti costruiti parecchi mulini, alcuni dei quali sono rimasti in attività fino a non molti anni or sono.
Oggi sono ancora visibili alcuni ruderi di questi vecchi mulini, alcuni tratti di canali e le macine di pietra. Molto sviluppata anche la viticultura e la coltura dell’olivo.

Dall’abitato di Bagnoli della Rosandra e dal Rifugio Premuda si accede, tramite una stretta strada, alla Val Rosandra - Dolina Glinščice.

La valle ha origine dall’erosione provocata dal torrente Rosandra e rappresenta un collegamento naturale tra il mare e l’entroterra. Oggi è meta di escursioni e passeggiate per numerosi amanti della natura, per gli speleologi e sopratutto per gli alpinisti che si arrampicano sulle sue pareti a strapiombo.