Working people
  Eventi-news
Totem multimediali
Per la scuola
Mappe

   Basovizza

Altitudine: 377 m s.l.m.

Basovizza è una frazione del comune di Trieste situata sull'altopiano Carsico.

Il nome del paese deriva da “bez”, che significa sambuco, pertanto Basovizza vuol dire “luogo dei sambuchi”.

basovizza triesteLa prima citazione della località compare in un atto di compravendita del 1297 dove troviamo il toponimo Bisviza.
Da allora la denominazione del borgo assume molteplici forme: Bisoviza, Bisuica, Bisuice, Basouice, etc., conservando sempre l’unicità della sua identità.

Il “luogo dei sambuchi” è un paese adagiato su una zona pianeggiante di prati e pascoli.
Al centro la chiesa dedicata a Santa Maria Maddalena ultimata nel 1862 ed edificata sui resti della prima cappella, consacrata nel 1336.

A Basovizza, nel 1743, viene aperta la prima Osteria Comunale tuttora attiva al centro del paese e sul cui stipite della porta è ancora scolpita la data d’apertura.
Nel 1785, inaugurato il servizio postale Trieste – Fiume, l’Osteria divenne stazione di posta con annesse stalle e rimesse. 

La località è tristemente famosa per la presenza della Foiba di Basovizza, una voragine carsica – ex pozzo minerario - dichiarata monumento nazionale nel 1992, in cui vennero gettati i corpi di prigionieri, militari e civbasovizza triesteili, vittime delle  rappresaglie politiche legate all’occupazione nazista prima e titina poi. Il loro numero è sconosciuto, ma sulla stele commemorativa si parla di una massa di cadaveri tale da occupare uno spazio di 300 metri cubi.

Basovizza è anche diventata un importante centro per la fisica sperimentale, grazie alla costruzione del Laboratorio di luce Sincrotrone ELETTRA.

Nei pressi della frazione si trova inoltre l'Osservatorio Astronomico di Trieste.