Working people
  Eventi-news
Totem multimediali
Per la scuola
Mappe

   L'Olivo

L’Olivo è un albero sempreverde ad accrescimento estremamente lento ed è estremamente longevo. Vive allo stato spontaneo in molte zone mediterranee, può raggiungere anche i dieci metri di altezza. La coltivazione di questa pianta sul terreno carsico risale già al tempo dei romani durante il quale era famosa la sua produzione di olio considerato uno dei migliori della penisola.

Il frutto di questa pianta è una drupa carnosa che può essere di diverse qualità variabili dal verflora carsica olivode al nero al rossastro. Di particolare interesse in questa pianta non c’è solo il frutto ma anche le foglie e la corteccia le quali hanno notevoli qualità.

La corteccia viene raccolta in primavera o in autunno utilizzando i rami eliminati con la potatura, mentre le foglie possono essere raccolte durante tutto l’anno.

L’olio, essendo un buon emolliente, viene utilizzato per pelli secche e per lenire gli eritemi solari.

Droga: la corteccia va essiccata al sole e conservata in sacchetti di tela o carta, mentre le foglie vanno essiccate all’ombra.  

Proprietà:
astringente, antinfiammatorie, febbrifughe e regolatore della pressione arteriosa
L’olio di oliva ha un leggero effetto lassativo mentre le foglie sono antisettiche, astringenti e febbrifughe.

Infuso: 100 ml di acqua con 3 grammi di corteccia. Due tazzine al giorno.

Decotto: 100 ml di acqua con 6 grammi di foglie. Utilizzabile per uso esterno per lavare piaghe o ferite.

Tintura: 100 ml di alcool a 20° con 20 g di foglie lasciati a macero per cinque giorni. Tre cucchiaini al giorno.