working people

Dolina Liscek

La dolina Liscek, la più estesa dolina del Carso triestino, è lunga circa 200 metri, larga 150, con fondo situato a 93 metri ed un dislivello tra fondo e bordo di 40 metri. La  superficie totale è di circa 23.000 metri quadrati.
 
La dolina Liscek era intensamente coltivata già in passato in quanto, essendo molto ricca di terra fertile e con forte umidità, era possibile avere un maggior raccolto.
Attualmente nella parte settentrionale della dolina si estende un vigneto mentre dalla parte opposta un grande orto ed un’abetaia.

La dolina è interessante anche per altri aspetti:

  • per il suo microclima – la temperatura interna delle doline risulta sempre inferiore a quella esterna e diminuisce di 7° C ogni 100 metri di discesa (fenomeno chiamato inversione termica); anche l’umidità, ad eccezione dei mesi estivi, risulta maggiore all’interno delle doline
  • per la vegetazione – il versante meridionale della dolina, meno esposto al sole, è ricoperto da alberi ad alto fusto con specie appartenenti alla flora prealpina (carpino bianco, nocciolo, tiglio selvatico ed il rovere). Il versane settentrionale, più soleggiato, ospita invece una vegetazione boschiva a basso fusto; tra le specie più importanti troviamo il bucaneve, la primula, l’anemone bianca ed il mughetto. In primavera, nel momento della fioritura, la dolina assume un aspetto molto particolare
  • per la presenza di uno stagno carsico, situato sul pendio occidentale della dolina. Lo stagno è cinto da un muro a secco e vi si accede lungo una scalinata di pietra carsica. Ciò fa dedurre che lo stagno veniva in passato utilizzato non come abbeveratoio ma solo per l’irrigazione.