working people

Grotta del mitreo

La grotta del Mitreo è situata nell’area delle risorgive del Timavo.

Si tratta di una caverna naturale in cui si adorava il dio Mitra, pratica diffusa nel mondo romano dalla fine del I secolo sino all’avvento del cristianesimo.
Il tempio Mitreo di Duino è l'unico, in tutto il mondo, ad essere situato in una grogrotta del mitreo duino aurisinatta ed è uno dei più antichi mai scoperti.

All’interno della grotta si trovano due banconi paralleli (quasi a ricordare due lunghe panchine), in mezzo ai quali è situato un blocco squadrato di calcare, che veniva utilizzato per lo spezzare del pane durante i riti religiosi.
Sul fondo della cavità trova spazio inoltre il calco di una lapide raffigurante il dio Mitra mentre uccide il toro primigenio, con incisione della seguente frase: "All'invitto dio Mitra Aulo Tullio Paumniano offre per la sua salute e per quella dei suoi fratelli".

Nella grotta sono state ritrovate anche molte offerte, tra cui monete -  la più antica delle quali fu coniata da Antonino Pio - lucerne e vasetti,  tutti databili tra il I e il V secolo d.C

La grotta del Dio Mitra dista circa due chilometri dalle risorgive del Timavo, in direzione Duino.
Per trovarla si consiglia di percorrere la strada statale sino al bivio per Duino centro, poco dopo il quale, sulla sinistra, si trova una piccola strada che conduce alla caserma della Forestale. Arrivati alla caserma si imbocca il sentiero sulla sinistra, si prosegue e, prima del sottopassaggio dell'autostrada, si scende verso il basso e troviamo la grotta.