Working people
  Eventi-news
Totem multimediali
Per la scuola
Mappe

   La tortora

Nel territorio carsico esistono due diverse specie di Tortora; una indigena (Streptopelia turtur turtur), la cui presenza è abbastanza rara e la Tortora dal collare orientale (Streptopelia decaocto decaocto), estremamente comune sia in natura che soprattutto negli abitati e nei giardini.

La Tortora si distingue dalla Tortora dal collare orientale per una colorazione mimetica; la parte superiore delle ali sono di color nocciola con la parte centrale delle piume nera, il petto e la gola sono rosei e la testa color grigio cenerino. Sui lati del collo sono presenti due macchie striate di bianco e nero. La Tortora dal collare orientale invece ha un piumaggio piuttosto uniforme di colore grigio ed un collare sulla parte posteriore del collo di colore nero. La lunghezza di entrambe le specie è di circa 30 cm. La differenza più marcata è costituita certamente dal diverso comportamento delle due specie: la Tortora è un animale schivo e timido che si nasconde nel folto della vegetazione mentre la Tortora dal collare orientale non mostra alcun timore nei confronti dell’uomo e frequenta volentieri le mangiatoie.

Non si hanno notizie della presenza sul nostro territorio della Tortora dal collare orientale prima del secondo conflitto mondiale, se non per alcuni sporadici casi che venivano giustificati dalla fuga di soggetti in cattività. Dopo gli anni 1940-45 questa specie, proveniente dall’est ha letteralmente invaso il nostro territorio, soprattutto grazie alla sua capacità di adattamento.
 
Habitat: le due specie hanno usanze e habitat estremamente diverse tra loro. La Tortora è estremamente schiva e predilige vivere nei campi e nei boschi, mentre la Tortora dal collare orientale ha letteralmente invaso gli abitati adattandosi a convivere con l’uomo. Assieme ai Piccioni, i Merli ed i Passeri è ormai uno degli uccelli più comuni nelle nostre città.

Riproduzione: nidifica sugli alberi costruendo un nido molto semplice costituito da alcuni stecchi. Proprio a causa della sua semplicità, il nido a volte si sgretola alle prime intemperie. La femmina depone  generalmente 2 uova per due o tre covate l’anno.

Alimentazione: la Tortora si nutre prevalentemente di grano, miglio, foglie, semi ed insetti. La Tortora dal collare orientale è prevalentemente onnivora; si ciba infatti di granaglie di ogni tipo e non disdegna neanche avanzi dell’alimentazione umana.