Working people
  Eventi-news
Totem multimediali
Per la scuola
Mappe

   Il lucherino

Il Lucherino è un piccolo ed elegante fringillide, che si trova sul Carso essenzialmente di passo, anche se in maniera estremamente irregolare. Possiede un canto delicato e modulato. E’ lungo 12 cm, con tinte a contrasto nere, gialle e verdi. La gola e la parte superiore della testa sono neri. La femmina è più chiara del maschio e le sue tonalità tendono più al verde giallastro.

Il Lucherino è una specie che mostra poco timore per la presenza umana, ed una volta scorto è facile osservarlo perché non tende a scappare. Causa il suo colore e le sue dimensioni ridotte, non è per niente facillucherinoe accorgersi della sua presenza. Essa è possibile solo grazie a due accorgimenti; oltre al suo richiamo infatti è possibile osservarlo poiché usa spesso litigare con i suoi consimili che minaccia con sbattimento delle ali e forti trilli, anche se in realtà questi atteggiamenti non portano mai a veri e propri scontri.

E’ facile riscontrare la sua presenza sulle betulle o sugli ontani di cui adora i semi.
 
Habitat: è presente in tutta l’Europa. In estate frequenta le zone montagnose raggiungendo anche i 2200 m sul livello del mare. Infatti predilige le foreste di montagna nelle quali è sempre molto comune udire il suo richiamo. In Carso è di passo da febbraio ad aprile e da settembre ad ottobre.

Riproduzione: nidifica sui rami alti degli ontani, delle betulle o degli abeti, mimetizzando il nido con grande capacità; tessuto a forma di coppa viene realizzato con muschio e crini. La femmina depone da 4 a 6 uova verdi-bluastre picchiettate di macchie rossicce, che cova da sola per 13 giorni. Dalle uova nascono dei piccoli ricoperti da un leggero piumino rossastro che abbandoneranno il nido dopo circa due settimane.

Alimentazione: mentre i nidiacei sono nutriti esclusivamente con larve e insetti, la dieta degli adulti è rappresentata in particolare da semi, soprattutto di conifere ed ontano.