working people

Percorso didattico di Aurisina

Il Percorso didattico Aurisina è stato realizzato, nell’anno scolastico 1998-99, dalla scuola media statale Igo Gruden, con la collaborazione del Comune di Duino Aurisina e della Comunità Montana del Carso. Per meglio illustrarne il cammino è stata anche pubblicata una guida, redatta in italiano e sloveno dalla Lint Editoriale associati s.r.l..

Il percorso è stato concepito in modo circolare, avendo come punto di partenza e di arrivo la scuola Gruden. Esso è suddiviso in 11 stazioni che vogliono rappresentare le caratteristiche fondamentali del territorio sia dal punto di vista ambientale e naturalistico che storico e culturale, non tralasciando però quello socio economico.

Stazione n. 1 – La scuola Media Statale Igo Gruden di Aurisina
dal piazzale antistante la scuola si raggiunge il Sentiero dei pescatori nella direzione del mare. Dopo aver attraversato le due linee ferroviarie, che rappresentano lo snodo detto “bivio di Aurisina”, e sceso le scalette di pietra si giunge alla
Stazione n. 2 – La vedetta “Pod Oljscico”
dopo una necessaria sosta per godere del panorama si risale a ritroso il percorso effettuato all’andata e, giunti all’inizio del Sentiero dei pescatori, si imbocca il Sentiero J. Kugy, che si aprirà alla destra, ben più largo e pianeggiante. Dopo alcune centinaia di metri si raggiungerà la
Stazione n. 3 – Bršcice - Asparagi
da questa posizione è possibile osservare i fenomeni di carsismo, la macchia mediterranea e la pineta. Dopo alcuni minuti di cammino in direzione Santa Croce si percorre un sentiero più ripido del precedente che, alla nostra sinistra, porta nella direzione dell’abitato di Aurisina. Nel bosco sarà possibile così arrivare alla
Stazione n. 4 – La Torre Liburnia
proseguendo nel sentiero dentro la pineta si raggiungono le prime case e successivamente l’incrocio tra la strada provinciale e quella che collega a San Pelagio. Da questo punto si percorre la strada provinciale in direzione Sistiana, cioè alla sinistra. Dopo circa duecento metri alla destra si potrà scorgere la
Stazione n. 5 – La piazza san Rocco di Aurisina
a sinistra della chiesa, dopo aver percorso un viale alberato, sarà possibile giungere alla
Stazione n. 6 – Il monumento del poeta Igo Gruden
sempre nel centro del paese, imboccando una stretta stradina in leggera discesa, racchiusa da mura di cinta delle abitazioni circostanti si arriva alla
Stazione n. 7 – Krzada
continuando la strada in discesa, dopo essersi lasciati alle spalle le ultime case del paese, si costeggiano diversi terreni agricoli adibiti in particolare a vigneto. Si raggiunge così la
Stazione n. 8 – Le aree coltivate
dopo aver attraversato il sottopassaggio che permette di superare l’autostrada, tra la pace della natura ed immerso nel silenzio, oltre un cancello è posta la
Stazione n. 9 – Il cimitero di guerra austro-ungarico
di lì a pochi metri si scende verso un avvallamento naturale che rappresenta la
Stazione n. 10 – Liscek
ritornando indietro dovremo lasciare alla nostra sinistra il sottopasso precedentemente attraversato per percorrere poche decine di metri. Potremo così osservare, sempre alla sinistra, un nuovo sottopasso che dopo averci portato al cimitero di Aurisina giungerà alla strada provinciale. Nella direzione del sentiero dei pescatori sarà possibile raggiungere la
Stazione n. 11 – Il laboratorio marmifero
da qui si conclude il percorso continuando la strada asfaltata e raggiungendo nuovamente la scuola media.